Il Gruppo

Smart Helmet

Progetto  SMARTHelmet

La Manutenzione Industriale di Impianti tecnologici per applicazioni critiche quali impianti elettrici, idrici e gas industriali, richiedono servizi di manutenzione globale, rapidi e appropriati. Purtroppo il livello di competenza degli operatori sul campo di tali sistemi può essere parzialmente inadeguato, in dipendenza del continuo mutamento tecnologico, e pertanto richiedono un continuo aggiornamento da parte del personale addetto.

IDEA PROGETTO

Realizzazione di un sistema di Realtà Aumentata industriale per l’automazione di sistemi di Workflow sia in termini di controllo che di sicurezza del lavoro Il progetto consiste nella realizzazione di un casco con visore a realtà aumentata denominato Smart Helmet , Il casco prevederà una serie di sensori a bordo che faciliteranno le attività degli operatori in campo garantendo un aumento nella sicurezza sul lavoro e dell’efficienza in campo.

CONTENUTO

Il produttore lancia una procedura diagnostica che richiede la verifica sul campo dello stato dei specifici componenti, in accordo alle procedure di manutenzione note. Viene attivata una procedura di manutenzione collaborativa. L’operatore indossa un casco stereoscopico per realtà aumentata di tipo HMD (Head Mounted Display) see-through (a tecnologia ottica o video) che include un tracker della posizione e dell’orientamento della testa, proponendo un sistema di motion tracking ultrasonico IS900 sistema wireless a 6 gradi di libertà (6DOF) prodotto da Intersense Corporation e da noi integrato , caratterizzato da un alto tasso di precisione nella misurazione della posizione e della rotazione adeguato per questa applicazione e non influenzata da campi elettromagnetici presenti nell’ambiente di lavoro. Con tale sistema si è in grado di visualizzare contenuti virtuali (l’avatar, oggetti vari, disegni tecnici,work-flow, pagine di manuali etc.) all’interno dell’ambiente reale come se fossero realmente presenti, in quella posizione precisa. L’assistente virtuale fa partire la procedura di manutenzione assistita mostrando all’operatore la sequenza di operazioni da effettuare, attraverso un diagramma virtuale, inoltre lo assiste nell’individuazione di specifici componenti hardware o nell’esecuzione di misurazioni dei parametri operativi in punti specifici del dispositivo. L’avatar può anche richiamare e visualizzare un dato assieme di componenti e le relative istruzioni per lo smontaggio, il ri-montaggio o la sostituzione, evitando all’operatore una ricerca sulla manualistica convenzionale. Durante l’intervento una voce sintetica e un sistema di riconoscimento vocale (limitato a un vocabolario ridotto) sono alla base di una interazione potremmo dire quasi umana tra avatar ed operatore. In caso la tipologia di intervento richiesta non sia compresa tra quelle supportate dalla base di conoscenza dell’avatar, un supporto addizionale può essere ricevuto a distanza da esperti collegati alla rete di tele-assistenza.

RISULTATI ATTESI

I principali obiettivi concreti di una tale applicazione sono:

1. Incrementare la qualità della manutenzione sul campo;

2. Ridurre i costi ed i rischi dei processi di manutenzione (riparazioni più rapide, periodi di inattività abbreviati);

3.Ridurre la necessità di manutenzioni straordinarie (attraverso una diagnosi precoce) nelle installazioni tecnologicamente complesse poste in aree remote; 4. Prevenire incidenti sul lavoro.

Il progetto e’ stato presentato al Maker Faire di Roma 2015 in collaborazione con ACEA .

  • Date:Oct 2015
  • acea
  • acea